Privacy Policy

Blog

in medio stat virtus

La via veramente via non è una via costante… (Tao te ching).

Ma soprattutto non è una via estrema. Se è vero che la via giusta è quella che scorre tra bene e male, tra luce e oscurità e tra un estremo e il suo opposto. Allora è anche vero che la maggiore difficoltà per un uomo è stabilire quale sia questo “medio”.

No, non il dito medio. Cerchiamo di essere seri… o di non esserlo affatto.

Se è vero che la nostra vita si misura sulle nostre esperienze e percezioni allora l’unico modo di comprendere quale sia il mezzo è comprendere quali siano gli estremi. Saggiate il peggio e il meglio, solo allora saprete cosa è il giusto.

Attenzione però è un metodo euristico pericoloso. Si può rimanere catturati dal troppo benessere o bruciati dal troppo malessere e non avere modo di sperimentare oltre. Il trucco è procedere a piccoli passi, e oscillare fra un estremo e l’altro fino a trovare il giusto equilibrio.

E’ più facile a dirsi che a farsi… ma per lo meno è un metodo. Se per voi funziona, buon pro vi faccia.